venerdì 28 novembre 2008

Presentazione libri



Domenica 7 dicembre 2008 ore 17:00
Certaldo presso Bar Boccaccio – Circolo Arci



Presentazione dei volumi:

“Gli affreschi di Renoir a Capistrano” di Mario Guarna
Ibiskos –Ulivieri

“I patriarchi” di Antonio Giordano
Edizioni Montag



Interverranno:

Cristina Gabbrielli – Assessore alla cultura

Alessandra Ulivieri – Editore Ibiskos/ulivieri
Enzo Carro - Storicantore (Cantante Attore Autore)
Eseguirà dei canti popolari
Salvo Mangano – attore
Interpreterà dei brani dei libri e del decameron del Boccaccio

In collaborazione con

Associazione Nazionale Pratiche filosofiche, Associazione Renoir a Capistrano, Bar Boccaccio, Circolo Arci, Casa Editrice Ibiskos/ulivieri, Comune di Certaldo.


Per informazioni
Tel. 0571.1961169e-mail. guarna@email.i

lunedì 3 novembre 2008

CENE FILOSOFICHE A CERTALDO



“Mangiare come pensare” questo è il tema delle cene filosofiche che si svolgeranno al ristorante Latini.L’associazione Nazionale per le pratiche filosofiche, che ogni anno a Certaldo organizza il Premio Nazionale di Filosofia, da giovedì 6 novembre, attraverso la moderazione del suo presidente il filosofo Mario Guarna, darà vita alle cene filosofiche rivolte non agli specialisti della filosofia ma a tutti coloro che desiderano condividere con gli altri i propri interessi spirituali all’interno del convito filosofico.Oltre alle cene filosofiche, da dicembre sempre a Certaldo, inizieranno i “Caffè filosofici” presso il bar Boccaccio, l’obiettivo di questi simposi è quello di celebrare l’incontro libero tra le persone, sviluppando a sua volta l’attività di argomentazione e di riflessione in una prospettiva di generale educazione del pensiero sincronico, critico e spontaneo.Per informazioni:Associazione Nazionale per le Pratiche FilosoficheTel. 0571-1961169


mercoledì 15 ottobre 2008

Palazzo Pretorio a Certaldo: inizia il 'restauro del secolo'. Verranno investiti 1,5 milioni di euro di fondi pubblici

PALAZZO PRETORIO CERTALDO Dal 27 ottobre al 4 aprile chiude Palazzo Pretorio, per permettere l'avvio del più importante restauro che il celebre edificio abbia mai affrontato da oltre un secolo a questa parte, almeno da quando fu restituito, da civile abitazione quale era diventata nell'Ottocento, a palazzo pubblico. Con la consapevolezza dell'onore, ma anche dell'onere che questo comporta, il Sindaco di Certaldo Andrea Campinoti ha presentato stamani il progetto, affiancato dall'Assessore alla Cultura, Cristina Gabbrielli, e dal responsabile del procedimento, ing. Giuseppe Spannocchi. Le date ed i Lavoro - Il progetto, curato dal prof. Gennaro Tampone della Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze, esperto in questo settore di restauri, si svolgerà su tre fronti: il consolidamento strutturale di tutto l'edificio; il restauro e la conservazione delle opere artistiche sia pittoriche che murarie; l'accessibilità all'edificio con il superamento delle barriere architettoniche. I lavori si svolgeranno in più lotti, in maniera continuativa per circa due anni, per un importo complessivo di circa 1,5 milioni di euro, finanziati in parte dal Comune ed in parte (le procedure di richiesta fondi sono in corso), da altri soggetti sia pubblici che privati. Il Palazzo resterà chiuso alle visite però solo durante la prima fase di lavori, cioè nei prossimi cinque mesi, in bassa stagione, per tornare ad essere visitabile fino alla fine dei lavori che dovrebbero poi svolgersi senza soluzione di continuità. Il primo lotto - Il primo lotto di lavori, per un importo di 375mila euro, finanziato interamente dal Comune, inizierà il prossimo 27 ottobre e si concluderà il 4 aprile 2009, verrà eseguito dalla Riabitat di Perugia, ditta specializzata in consolidamenti di palazzi storici, che vanta nel suo curriculum anche lavori svolti al Palazzo dei Papi di Avignone e alla Chiesa di San Damiano ad Assisi. Con questo primo lotto verranno fatte sostanzialmente due cose: il consolidamento completo di alcune parti del Palazzo ed il completamento dei rilevamenti necessario a completare il consolidamento delle altre parti, che verranno comunque messe in sicurezza temporanea in questa fase. Il consolidamento definitivo riguarderà tutta la Loggia, che si affaccia sulla corte interna del Palazzo, e le stanze dette Scrittoio, Ridotto, Sala del Vicario, Camera delle Serve, Stanza delle torture; verranno inoltre consolidati il tetto della annessa chiesa sconsacrata di San Tommaso e Prospero ed il torrione sul retro del Palazzo. Un consolidamento provvisorio riguarderà invece tutte le carceri, con quello definitivo che verrà fatto nei successivi lotti di lavori.I lotti successivi - Da aprile verrà quindi riaperto il Palazzo al pubblico e proseguiranno i lavori, con gli interventi necessari per il superamento delle barriere architettoniche, sia per l'accesso al piano terreno, che al primo piano, per il quale verrà realizzato uno speciale ascensore. I lavori interesseranno poi il restauro di opere pittoriche e di pietra o terracotta invetriata, come gli stemmi, il restauro delle strutture lignee, il completamento dei consolidamenti avviati nella prima faseLa cultura non chiude - Nonostante i lavori di restauro, l'Assessore alla Cultura, Cristina Gabbrielli, ha spiegato che il Palazzo continuerà ad essere sede di alcuni eventi anche in questo inverno, per tornare ad essere il fulcro della attività culturali di Certaldo Alto dalla prossima Pasqua: "La chiesa di San Tommaso e Prospero potrà ospitare comunque alcune attività, tra queste due iniziative inserite nell'ambito di Boccaccio & le Arti nel mese di dicembre, ovvero la presentazione del libro su Boccaccio del prof. Michelangelo Picone, il 19 dicembre, ed lo spettacolo sul Decameron de L'Arca Azzurra il 22 dicembre. Stiamo inoltre già lavorando alla stagione espositiva 2009, con la terza edizione di Concreta in primavera, la mostra dell'artista certaldese Cinzia Fiaschi, in estate, e la mostra a cura della Fond'Arte Tono Zancanaro, in autunno".Un restauro epocale - Il Sindaco Andrea Campinoti ha commentato così il progetto che sta per prendere il via: "Il restauro del Palazzo Pretorio segna simbolicamente la fine di una legislatura nella quale non solo si sono portate avanti le opere infrastrutturali e viarie, sia urbane che extraurbane, ma nel quale siamo riusciti a riqualificare gli immobili ed il borgo di Certaldo Alto. Il recupero di Palazzo Stiozzi Ridolfi, il restauro di Casa Boccaccio, la realizzazione della ZTL e dei parcheggi, il consolidamento dei fronti franosi, il camminamento che gira intorno alle mura, sono tutte opere inserite in un disegno complessivo di recupero, che viene ora coronato con il restauro del Palazzo Pretorio, l'immagine simbolo di Certaldo, che restauriamo per consegnarla alla cittadinanza ed alle generazioni del futuro.

lunedì 22 settembre 2008

La certaldese Clara Laganà al Liverpool Institute di Paul McCartney, una scuola sul modello 'Saranno famosi'

CERTALDO La certaldese Clara Laganà, allieva della scuola comunale di danza di Polis, si appresta a fare il grande salto della sua carriera di danzatrice. Ha infatti superato le selezioni internazionali che l'hanno condotta all'ammissione al Liverpool Institute for Performing Arts per un corso di laurea in Dance Performing. La selezione, che ha compreso candidati provenienti da decine di Paesi - dall'Europa, Stati Uniti, Canada, Giappone, Africa e Israele - si è svolta in due fasi, che hanno permesso di scegliere un ristretto numero di 20 studenti su oltre 800 aspiranti che, per partecipare, dovevano comunque rispondere a una rigorosa serie di pre-requisiti. Clara Laganà ha 20 anni ed ha studiato al Centro Danza Certaldo dei Laboratori Polis sotto la guida di Noreen Livesey (Danza classica), Marina Setti (Danza contemporanea) e Laura Torricini (Flamenco). Inoltre, presso la Scuola di Musica di Certaldo, ha seguito un corso annuale di canto tenuto da Bettina Corsi. La sua intera formazione artistica si è dunque sviluppata all'interno dell'offerta culturale dei Laboratori comunali Polis, a testimonianza del valore formativo del centro. Il Liverpool Institute for Performing Arts, nato per iniziativa di Mark Featherstone-Witty e Sir Paul McCartney - oggi il più celebre cittadino di Liverpool - ha sede nell'edificio che ospitava la scuola dove l'allora giovane 'Beatle' aveva frequentato gli studi superiori. Nell'Istituto, suddiviso in differenti indirizzi, si perfezionano i vari aspetti delle arti dello spettacolo secondo uno schema analogo a quello della New York School of the Performing Arts che, negli anni Ottanta, diede lo spunto al film Fame di Alan Parker e l'avvio alla fortunata serie televisiva di Saranno famosi. Gli studenti del LIPA, ai quali viene offerta la possibilità di sviluppare i propri talenti, hanno comunque l'opportunità di maturare esperienze diverse con lo scopo di acquisire una conoscenza completa dei vari aspetti connessi con la produzione di uno spettacolo, inclusa una solida preparazione sui fondamenti teorici e culturali, sviluppata in collaborazione con la John Moores University. La permanenza inglese della Laganà coinciderà con il periodo in cui Liverpool è capitale europea della cultura, un'occasione formativa davvero eccezionale per la giovane certaldese.

venerdì 19 settembre 2008

Avviso in Comune ma il sindaco nega

U N AVVISO di garanzia al comando di polizia municipale di Certaldo, nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria della procura di Milano, che ha portato al sequestro di tre apparecchi T-Red da parte della guardia di finanza nel paese del Boccaccio. Un atto dovuto in questa fase di indagine, con quattro arrestati, fra i quali Simone Zari, 43 anni, titolare della «Centro servizi srl» di Larciano, che ha vinto l’appalto di Certaldo. L’accusa è di associazione a delinquere e turbativa di commesse pubbliche, ipotizzando un «cartello» di aziende che si accordavano per aggiudicarsi l’appalto degli autovelox e in qualche caso anche la riscossione delle multe. IN COMUNE a Certaldo il sindaco Andrea Campinoti afferma di non essere al corrente di alcun avviso di garanzia: «Non abbiamo nulla da temere, siamo sereni — afferma Campinoti — perché l’installazione dei T-Red è stata fatta nell’interesse esclusivo della comunità certaldese e per la tutela della sicurezza nel centro urbano. Quanto al sequestro, abbiamo fatto immediatamente quello che la Procura ci chiedeva, e restiamo a disposizione per fornire ogni elemento utile allo svolgimento delle indagini, auspicando che l’istruttoria si chiuda al più presto, perché per quanto ci riguarda non abbiamo niente da temere». L’amministrazione poi precisa tre punti. Il primo: «A Certaldo, i T-Red erano posizionati solo su incroci, a reale rischio incidenti, ed i tempi del giallo, regolati direttamente dal Comune, sono più lunghi rispetto al minimo stabilito dal Codice della strada». Il secondo: «La gestione delle contravvenzioni non era mai stata assegnata all’azienda che forniva il T-Red, ma era totalmente in mano al comando di polizia municipale». Il terzo: «I T-Red erano stati installati in via sperimentale per un anno e l’azienda che forniva il servizio era stata selezionata dopo un’indagine di mercato, contattando tre aziende che avevano fornito tutte regolare preventivo. La sperimentazione era terminata il 9 settembre, e i T-Red sarebbero comunque stati tolti entro 60 giorni, come da contratto. Stiamo infatti provvedendo ad avviare la procedura per l’affidamento definitivo del servizio, ed intendiamo proseguire su questa strada».DURISSIMA la critica del capogruppo del Polo, Filippo Ciampolini: «Di questo sequestro occorreva mettere a conoscenza subito tutti i consiglieri, anche dell’opposizione. Questione di trasparenza. Sono amareggiato per averlo saputo dai giornali. Chiedo l’immediata convocazione della commissione consiliare che si occupa di traffico».

venerdì 5 settembre 2008

PREMIO BOCCACCIO, TORNA ORIGINI CON ANDREA VITALI

Certaldo - Quando Giambattista Vico parlava di "corsi e ricorsi storici" non pensava, ovviamente, al Premio Letterario Boccaccio, ma e' sicuro che l'edizione 2008 della manifestazione, in programma per il 13 settembre al Palazzo Pretorio di Certaldo Alto, ben si sposa con le teorie del filosofo napoletano. Trascorsi 27 anni dalla vittoria di Piero Chiara, ecco che sul palco di Certaldo Alto si affaccia l'autore che piu' di tutti viene indicato come il suo erede, ovvero Andrea Vitali. A lui il Premio Boccaccio Italia per la sua opera omnia, con particolare riferimento all'ultimo libro edito da Garzanti, "La Modista". Lo scrittore di Bellano non sara' solo sul palco dei premiati. Accanto a lui Aharon Appelfeld, autore israeliano che ha vissuto in prima persona le tragedie dell'epoca nazista e la Shoa. Ad Appelfeld un premio Boccaccio Internazionale che strizza l'occhio all'ultima ristampa del suo capolavoro, "Storia di una vita", edito da Guanda. Il Premio Giornalistico "Indro Montanelli" andra' al vice-direttore del quotidiano Corriere della Sera, il giornalista che piu' di tutti ha fatto parlare di se' negli ultimi tempi, e non soltanto per gli affascinanti editoriali scritti: Magdi Cristiano Allam. E' ormai storia la sua conversione dall'Islam al Cattolicesimo, avvenuta la notte della Santa Pasqua di quest'anno per mano di Papa Benedetto XVI. Sempre nell'ottica di "corsi e ricorsi storici", durante la cerimonia di sabato sera sara' consegnata una targa commemorativa in occasione della ricorrenza dei 20 anni dell'assegnazione del Premio a Giovanni Spadolini. Questo perche', in tutto questo lasso di tempo, la fondazione che porta il nome del grande uomo di Stato ha sempre offerto il proprio appoggio al Premio Letterario Boccaccio. Ritirera' il riconoscimento Cosimo Ceccuti, coordinatore culturale e Presidente della Fondazione Spadolini per volere testamentario di Spadolini. (AGI)

mercoledì 3 settembre 2008

A Certaldo (FI) Boccaccesca 2008 dal 3 ottobre

Un calendario decisamente appetitoso quello che animerà i due week-end del 3-4-5 e 10-11-12 ottobre nella patria del Boccaccio: stand gastronomici, degustazioni e lezioni di cucina, ma anche maestri artigiani all’opera, mostre e iniziative per i più piccoli festeggeranno la decima edizione della rassegna certaldese.
BOCCACCESCA (www.boccaccesca.it) soffierà quest’anno sulle candeline del suo decimo compleanno, e come per ogni importante ricorrenza non potevano certo mancare festeggiamenti adeguati!! Ed ecco che la rassegna di Certaldo (FI), appuntamento divenuto ormai meta obbligata per tutti gli amanti delle tipicità enogastronomiche, ha voluto regalarsi e regalare a quel pubblico che sempre più numeroso le ha mostrato il suo affetto in questi anni un programma di eventi e iniziative davvero da non perdere. Due interi fine settimana - 3-4-5 e 10-11-12 OTTOBRE - celebreranno le eccellenze del territorio, protagoniste in stand e ristoranti ma anche di degustazioni, lezioni tenute da grandi chef, corsi di cucina, laboratori di approfondimento e percorsi del gusto allestiti all’interno di corti e giardini lungo le vie del borgo antico (i VENERDÌ dalle 18 alle 21, i SABATO dalle 15 alle 21 e le DOMENICHE dalle 11 alle 21).Piaceri della gola fra tavola e cultura: come ormai da tradizione Boccaccesca rinnova infatti la sua attenzione verso le migliori espressioni dell’artigianalità toscana legata al mondo della gastronomia con MASTRI IN MOSTRA: nelle suggestive stradine medievali si ritroveranno infatti per tutta la durata della manifestazione artigiani provenienti da ogni angolo della Toscana, presenti con spazi espositivi e impegnati nella realizzazione dal vivo dei loro manufatti. La grande tradizione artigianale toscana farà da cornice ai migliori prodotti agroalimentari.Fra i tanti eventi in calendario il PREMIO CHICHIBIO (Sabato 11 ottobre, ore 16), ormai divenuto una prestigiosa vetrina per i futuri talenti dei fornelli: gli studenti di scuole alberghiere provenienti da tutta Italia si sfideranno in un’appassionante gara di cucina, sposando alcuni dei prodotti tipici delle regioni di provenienza con la Cipolla di Certaldo, vero vessillo delle tipicità certaldesi. Attesissimo anche l’appuntamento con il PREMIO BOCCACCESCA - LA TOSCANITÀ NEL MONDO, riconoscimento a un personaggio che attraverso la sua immagine ha portato i valori della toscanità ben oltre i confini nazionali. Edizione speciale del decennale e premiato altrettanto speciale: alle ore 18.30 di venerdì 10 ottobre. E poi ancora i corsi di cucina con LA MADIA DI BOCCACCESCA, le lezioni guidate da prestigiose griffes della cucina regionale ne I SEGRETI DELLO CHEF, le degustazioni di vino ed olio de IL PAESE DEL BENGODI, i percorsi sensoriali e le creazioni artistiche con gli alimenti dedicati ai bambini negli appuntamenti di MANGI-A-RTE.Saperi e sapori che potranno poi essere gustati alle tavole dei tanti punti di ristoro, dai ristoranti della zona che aderiscono all’iniziativa LE TAVOLE DEL BOCCACCIO alla accattivante OSTERIA DI BOCCACCESCA, gestita dagli abitanti di Certaldo Alto con vino e caldarroste.Un appuntamento quello di BOCCACCESCA, organizzato dal Consorzio Certaldo 2000 con il patrocinio di Comune di Certaldo, Provincia di Firenze e Regione Toscana, che conferma e rafforza insomma la sua vocazione di promotore dell’intersettorialità fra agroalimentare, artigianato e turismo. Un ruolo che, a partire dall’edizione 2004, ne ha decretato l’individuazione quale “evento di interesse regionale” da parte della Regione Toscana.L’ingresso alla manifestazione ha il costo di 5 euro (3 euro ridotto), gratis per i bambini fino ai 12 anni. Per informazioni e aggiornamenti sugli eventi in programma è possibile consultare il sito www.boccaccesca.it .

Un asilo nido per la Misericordia di Certaldo, con servizio a domicilio per seguire i bambini in caso di malattia

Un nuovo asilo nido a Certaldo gestito dalla Misericordia in collaborazione con la cooperativa Aurora: 'L'isola dei colori' verrà inaugurato a breve in via Agnoletti. Una struttura a servizio delle famiglie con attività ludiche, ricreative, formative e di baby sitter. La nuova iniziativa, che amplia nella sfera socio-sanitaria l'attività della Misericordia certaldese, sarà aperta dal lunedì al venerdì, con orario continuato dalle 7.30 alle 18.30. Ospiterà 17 bambini fino a 36 mesi. Costo: 4 euro l'ora nel primo anno, successivamente, se si otterrà l'accreditamento da parte del comune le spese diminuiranno.Sarà attivo anche il servizio a domicilio nel caso di malattia dei bambini che frequentano il centro, che si affianca a quello di baby sitter, già esistente, oltre a un'attività di supporto scolastico, di organizzazione feste a casa e un centro gioco per i piccoli sopra i 3 anni.

Tutti al museo in bici con 'La cultura del treno'

Un'iniziativa dell'Assessorato all'ambiente di Certaldo e di Associazione Anthos, prenotazioni entro martedì 16 settembre

Una giornata nei musei più belli di Firenze con il treno e la bicicletta. E' l'iniziativa promossa dall'Assessorato all'ambiente e da Associazione Anthos, per domenica 21 settembre, con l'intento di valorizzare la cultura del trasporto pubblico e conoscere da vicino le opere d'arte di cui è ricca la nostra Regione e in particolar modo il capoluogo.Questo il programma: partenza dalla stazione di Certaldo con il treno delle ore 7.18, ritiro delle biciclette e visita del Museo del Costume, pranzo a sacco nel Giardino di Boboli, visita libera al Museo degli Argenti e al Museo delle Porcellane, tour della città e alle ore 16.30 visita guidata di Palazzo Medici Riccardi e degli affreschi della Cappella dei Magi, opera di Benozzo Gozzoli. Rientro in stazione alle 18, partenza per Certaldo con il treno delle 19.10 e rientro in meno di un'ora.L'iniziativa nasce anche per valorizzare il progetto treno-bici-treno, attivo anche alla stazione ferroviaria di Certaldo, che permette a chi usa i mezzi pubblici di noleggiare gratuitamente la bicicletta per gli spostamenti in città.Informazioni e prenotazioni entro e non oltre martedì 16 settembre allo 0571.668534

martedì 22 luglio 2008

Protocollo d'intesa fra cinque comuni per la gestione della attività culturali. Castelfiorentino, Certaldo, Colle Val d'Elsa, Poggibonsi e San Gimigna

Protocollo d'intesa fra cinque comuni per la gestione della attività culturali. Castelfiorentino, Certaldo, Colle Val d'Elsa, Poggibonsi e San Gimignano insieme

COMUNI VALDELSA Cinque Comuni insieme per la gestione di attività culturali e di spettacolo. E' stato firmato dai sindaci di Castelfiorentino, Certaldo, Colle val d'Elsa, Poggibonsi e San Gimignano il Protocollo d'Intesa per il coordinamento delle attività culturali e di spettacolo. Il protocollo è stato presentato oggi, venerdì 18 luglio, in conferenza stampa alla presenza di Luca Rugi, sindaco di Poggibonsi, Paolo Brogioni, sindaco di Colle val d'Elsa, Andrea Campinoti, sindaco del Comune di Certaldo, Gianna Coppini, assessore alla cultura del Comune di San Gimignano e Sergio Mazzini, assessore alla Cultura del Comune di Castelfiorentino.Il Protocollo, che unisce la Valdelsa senese e fiorentina, si propone di avviare un percorso per gestire in modo coordinato la moltitudine di attività culturali che hanno luogo nel vasto territorio che comprende questi cinque comuni."Gli obiettivi - hanno dichiarato in conferenza stampa sindaci e assessori - che ci poniamo sono ottimizzare le risorse, coordinare la programmazione, ampliare il bacino di utenza, migliorare la tempistica, creare nuovi e più efficaci modelli di accesso come biglietteria unica e pacchetti promozionali, qualificare e ampliare l'offerta culturale per tutta l'area."Il Protocollo firmato nasce dalla scelta condivisa dalle cinque amministrazioni di fare della promozione e della diffusione della cultura una linea di indirizzo di politica culturale. Nei comuni interessati sono presenti importanti, se pur diverse, strutture culturali e teatrali che svolgono non solo una funzione aggregante ma anche di riqualificazione per i diversi contesti urbani. In questo contesto le cinque amministrazioni hanno ritenuto importante creare le condizioni affinché sia possibile generare rapporti di collaborazione in grado di rendere sempre più efficace la fruizione di eventi per tutti i cittadini della Valdelsa."Per questo - hanno proseguito - è necessario avviare un'azione che interessi in modo integrato tutta l'area vasta sia per quanto riguarda la programmazione sia per quando riguarda la modalità gestionale che deve essere sempre più in grado di valorizzare obiettivi e ottimizzare risorse e professionalità. Con la firma del Protocollo prende il via il percorso per costituire un soggetto unico che avrà il compito di gestire le attività culturali e teatrali e le strutture culturali presenti sui territori. Un percorso che potrà successivamente aprirsi anche ad altre realtà".

Mercantia un Festival di rilievo nazionale. 32.000 biglietti staccati e oltre 50.000 presenze reali, la XX^ edizione si conclude con cifre superiori a



CERTALDO Carta canta. Il giorno dopo la fine della ventunesima edizione di Mercantia, e in attesa della conferenza stampa che trarrà il bilancio complessivo, l'Amministrazione comunale rende noti i dati degli ingressi (biglietti SIAE staccati) al Festival, e le cifre che, per chi vuole leggerle e paragonarle con i tanti eventi toscani e non solo, tengono il passo, se non superano, iniziative dedicate allo spettacolo più blasonate e più finanziate di quella di Certaldo.In cinque giorni, sono stati staccati oltre 32.300 biglietti. Il pubblico pagante è stato quindi di oltre 31.000 persone (1.200 gli ingressi omaggio), di cui oltre 8.500 nel giorno di sabato, quando l'ingresso costa ben 15 euro. Le presenze totali, sommando quei visitatori che per Mercantia accedono solo al paese basso dove non è richiesto un biglietto, sono stimate in almeno 50.000. I dati dei biglietti, paragonati agli stessi giorni degli ultimi due anni (il Festival ha avuto durate diverse) fanno registrare un leggero aumento. Un segnale importante, in tempi di crisi economica.Mercantia quindi, conferma di essere un Festival culturale profondamente radicato, con un pubblico affezionato che proviene da tutta Italia, con una formula basata sul teatro di strada che ha saputo rinnovare questa arte dalla fine degli anni '80 ad oggi, proponendo qualità ed innovazione.

venerdì 11 luglio 2008

Mercantia: il più grande festival italiano di teatro di strada

CERTALDO (Firenze)– Si svolgerà dal 16 al 20 luglio, a Certaldo, MERCANTIA, il “Festival internazionale del teatro di strada” - giunto alla 21° edizione - punto di riferimento in Italia e all’estero per questo tipo di spettacolo che, dopo aver festeggiato le venti edizioni, propone un progetto teatrale nuovo: da un lato rimane la grande kermesse dionisiaca e coinvolgente, fatta di musiche, colori e grandi spettacoli scenografici; dall’altro crescono le atmosfere rarefatte, per pochi spettatori, con spettacoli creati appositamente per una torre, un giardino, una cripta.LE CIFREMercantia è, e rimane, un’esperienza spettacolare unica per i numeri che propone: 80 gruppi diversi per sera, per un totale di 500 repliche nei cinque giorni di Festival, con oltre 350 artisti coinvolti. Prosa, nuovo circo, teatro di figura, teatro etnico, teatro danza, balletto, performance, musica classica, street band, arte di strada i generi coinvolti, con contorno di lavorazioni artigianali dal vivo e installazioni artistiche, in simbiosi con la cornice unica e affascinante del borgo medievale di Certaldo Alto, caro a Giovanni Boccaccio.“QUARTO TEATRO”: questa edizione, spiega il direttore artistico Alessandro Gigli, si svolge sotto le insegne de “Il Quarto Teatro”, termine coniato per questo modo di fare spettacolo “per e tra la gente”. “Il Quarto Teatro raccoglie i frutti di chi ha saputo portare l’esperienza della strada nel campo della prosa, del circo, della musica, del teatro di figura, costruendo spettacoli veri e propri che mantengono un “di più”: il rapporto vero e vitale con la persona che vi assiste, che lo fa essere diverso sia dal teatro di strada ormai inflazionato, che dal teatro accademico. Ci chiameremo “Quarto Teatro” perché ci sentiamo figli del Terzo Teatro, perché quattro sono i punti cardinali, quattro gli arti umani, e perché... non ci interessa salire su nessun podio!”.TANTI MINIFESTIVALMercantia è quindi un unico grande spettacolo coinvolgente e insieme un palcoscenico nel quale convivono, paradossalmente, generi e stili precisi e talvolta contrastanti nelle logiche tradizionali, come i gruppi etnici internazionali ed il cabaret toscano, o la danza classica e le street band. Queste le principali articolazioni del vastissimo programma: “Street & square band”: la musica è il collante che coinvolge e accompagna gli spettatori da uno spettacolo all’altro, bande musicali itineranti per strada o protagoniste di veri e propri spettacoli nelle piazze, formazioni “unplugged” capaci di far saltare all’unisono migliaia di persone. Mabò Band (già vista al Costanzo Show); “Fantomatik Orchestra”, “Zastava Orchestra” (musiche balcaniche), e poi “Mo Better Band”, “Bandita”, “Jig Rig” e altri ancora. “Toscanacci: risate e anticorpi”: sulla scia di Nuti e Benigni, il meglio del cabaret toscano di ieri e di oggi, una comicità sana e viscerale che nasce nelle osterie come nei salotti buoni, celebrata al cinema e negli show televisivi di Carlo Conti, ma ricca di capacità introspettive. In scena a Mercantia uno dei capostipite, Carlo Monni (“Berlinguer ti voglio bene”, ecc), la giovane Anna Meacci (la “Meacci indignata Anna” lanciata in tv da Serena Dandini), e poi Katia Beni, Andrea Cambi, e il pirotecnico Andrea Kaemmerle.“Nuovo circo”: dopo le produzioni originali delle scuole di circo di Torino e di Bologna degli scorsi anni, Mercantia presenta due innovative compagnie. Dall’Australia i This Side Up con “Controlled Falling Project”, uno spettacolo mozzafiato, con l’altezza e il brivido della barra russa, nel quale gli artisti si cimenteranno con l’illusione del cadere. Ispirato invece alle scene mozzafiato del cinema lo spettacolo dei torinesi “Compagnia Kinema” che col montaggio delle attrazioni e l'equilibrio delle immagini stabiliranno singolari paralleli tra cinema e arti circensi.“All’improvviso”: Tornano i “Match di improvvisazione teatrale”. Ventidue attori si alterneranno in un recinto costruito come fosse un campo di gioco recitando all’improvviso su temi ed idee estratti a sorte o indicati dal pubblico. Oltre al classico “match”, in scena anche due pièce aperte alla collaborazione del pubblico: “Redattori” e “Improvisti”. “Cinque Continenti”: tanti ospiti d’eccezione, a partire dai Merdules Bezzos di Ottana, maschere carnevalesche ancestrali, la cui tradizione è conosciuta in tutta Europa, rappresentano tramite il loro rituale la continua lotta tra l’uomo e l’animale, atta a stabilire il predominio del primo sul secondo con danze con uso di maschere, strumenti musicali, laccie bastoni. Dall’India i Maruthi Kalari, danze tradizionali con duelli di spade e fuochi. “Arti di strada”: non possono poi mancare spettacoli piccoli e grandi nella miglior tradizione del teatro di strada. Seguipersone, trampolieri, mangiafuoco, incantatori di serpenti e poeti improvvisati che rispondono ai nomi di Ari Nunes, Art-it, Compagnia Sirteta, Octava Rima, Lazy Step, Drago Nero, Nouvelle Lune, Yoshi Tomo, Fire Fingers, e altri ancora. “Le mani che muovono sogni”: è questo lo spazio dedicato a bambini e famiglie, con spettacoli di teatro di figura della miglior tradizione europea, marionette, burattini e animazioni di vario genere, come Microcirco degli ungheresi Figurina, le atmosfere rarefatte dei russi Minidlin, lo Skel Cabaret del Babaciu Theater. “GIARDINI SEGRETI”Un vero e proprio festival nel festival, con decine di eventi a numero chiuso in sotterranei, piccoli giardini, balconi, torri, diviso quest’anno in tre sezioni: 1) teatro e danza, con performance sperimentali, letture, teatro di narrazione, e danza; intervengono il Teatro sperimentale della Versilia; L’Oranona di Carlo Romiti, Ahrat Teatro, Kuntari Ballet con performance ideate da un allievo di Bejart; 2) musica, con spazi relax di musicoterapia e spazi di musica classica allestiti in giardini o direttamente negli appartamenti dei certaldesi, come quello di Filippo Marcori, pianista classico che suona nel proprio appartamento, una casa torre del ‘400 dove saranno condotti pochi spettatori per volta; 3) arte contemporanea, con le creazioni interattive di Eraldo Ridi, che manipola la luce e crea oggetti con materiali riciclati. ARTIGIANATO, MERCATO, RISTOROPrevisti oltre 50 stand con lavorazioni artigianali dal vivo di oggettistica e artigianato artistico di varia natura (legno, carta, pelle, vetro, marmo e pietre dure, oreficeria, ecc…), ed altrettanti spazi di mercatino di vendita di prodotti artigianali. Vari stand con ristorazione tipica toscana e prodotti tipici aperti durante la manifestazione.Informazioni utili: Mercantia si svolge a Certaldo (Firenze) da mercoledì 16 a domenica 20 luglio 2008, ogni giorno dalle ore 18 alle ore 01 circa. L’ingresso è libero nella parte bassa del paese, a pagamento nella parte alta. Parcheggi e servizio di bus navetta sono gratuiti. Info turistiche: tel. 0571 656721.
CERTALDO (Firenze)– Si svolgerà dal 16 al 20 luglio, a Certaldo, MERCANTIA, il “Festival internazionale del teatro di strada” - giunto alla 21° edizione - punto di riferimento in Italia e all’estero per questo tipo di spettacolo che, dopo aver festeggiato le venti edizioni, propone un progetto teatrale nuovo: da un lato rimane la grande kermesse dionisiaca e coinvolgente, fatta di musiche, colori e grandi spettacoli scenografici; dall’altro crescono le atmosfere rarefatte, per pochi spettatori, con spettacoli creati appositamente per una torre, un giardino, una cripta.LE CIFREMercantia è, e rimane, un’esperienza spettacolare unica per i numeri che propone: 80 gruppi diversi per sera, per un totale di 500 repliche nei cinque giorni di Festival, con oltre 350 artisti coinvolti. Prosa, nuovo circo, teatro di figura, teatro etnico, teatro danza, balletto, performance, musica classica, street band, arte di strada i generi coinvolti, con contorno di lavorazioni artigianali dal vivo e installazioni artistiche, in simbiosi con la cornice unica e affascinante del borgo medievale di Certaldo Alto, caro a Giovanni Boccaccio.“QUARTO TEATRO”: questa edizione, spiega il direttore artistico Alessandro Gigli, si svolge sotto le insegne de “Il Quarto Teatro”, termine coniato per questo modo di fare spettacolo “per e tra la gente”. “Il Quarto Teatro raccoglie i frutti di chi ha saputo portare l’esperienza della strada nel campo della prosa, del circo, della musica, del teatro di figura, costruendo spettacoli veri e propri che mantengono un “di più”: il rapporto vero e vitale con la persona che vi assiste, che lo fa essere diverso sia dal teatro di strada ormai inflazionato, che dal teatro accademico. Ci chiameremo “Quarto Teatro” perché ci sentiamo figli del Terzo Teatro, perché quattro sono i punti cardinali, quattro gli arti umani, e perché... non ci interessa salire su nessun podio!”.TANTI MINIFESTIVALMercantia è quindi un unico grande spettacolo coinvolgente e insieme un palcoscenico nel quale convivono, paradossalmente, generi e stili precisi e talvolta contrastanti nelle logiche tradizionali, come i gruppi etnici internazionali ed il cabaret toscano, o la danza classica e le street band. Queste le principali articolazioni del vastissimo programma: “Street & square band”: la musica è il collante che coinvolge e accompagna gli spettatori da uno spettacolo all’altro, bande musicali itineranti per strada o protagoniste di veri e propri spettacoli nelle piazze, formazioni “unplugged” capaci di far saltare all’unisono migliaia di persone. Mabò Band (già vista al Costanzo Show); “Fantomatik Orchestra”, “Zastava Orchestra” (musiche balcaniche), e poi “Mo Better Band”, “Bandita”, “Jig Rig” e altri ancora. “Toscanacci: risate e anticorpi”: sulla scia di Nuti e Benigni, il meglio del cabaret toscano di ieri e di oggi, una comicità sana e viscerale che nasce nelle osterie come nei salotti buoni, celebrata al cinema e negli show televisivi di Carlo Conti, ma ricca di capacità introspettive. In scena a Mercantia uno dei capostipite, Carlo Monni (“Berlinguer ti voglio bene”, ecc), la giovane Anna Meacci (la “Meacci indignata Anna” lanciata in tv da Serena Dandini), e poi Katia Beni, Andrea Cambi, e il pirotecnico Andrea Kaemmerle.“Nuovo circo”: dopo le produzioni originali delle scuole di circo di Torino e di Bologna degli scorsi anni, Mercantia presenta due innovative compagnie. Dall’Australia i This Side Up con “Controlled Falling Project”, uno spettacolo mozzafiato, con l’altezza e il brivido della barra russa, nel quale gli artisti si cimenteranno con l’illusione del cadere. Ispirato invece alle scene mozzafiato del cinema lo spettacolo dei torinesi “Compagnia Kinema” che col montaggio delle attrazioni e l'equilibrio delle immagini stabiliranno singolari paralleli tra cinema e arti circensi.“All’improvviso”: Tornano i “Match di improvvisazione teatrale”. Ventidue attori si alterneranno in un recinto costruito come fosse un campo di gioco recitando all’improvviso su temi ed idee estratti a sorte o indicati dal pubblico. Oltre al classico “match”, in scena anche due pièce aperte alla collaborazione del pubblico: “Redattori” e “Improvisti”. “Cinque Continenti”: tanti ospiti d’eccezione, a partire dai Merdules Bezzos di Ottana, maschere carnevalesche ancestrali, la cui tradizione è conosciuta in tutta Europa, rappresentano tramite il loro rituale la continua lotta tra l’uomo e l’animale, atta a stabilire il predominio del primo sul secondo con danze con uso di maschere, strumenti musicali, laccie bastoni. Dall’India i Maruthi Kalari, danze tradizionali con duelli di spade e fuochi. “Arti di strada”: non possono poi mancare spettacoli piccoli e grandi nella miglior tradizione del teatro di strada. Seguipersone, trampolieri, mangiafuoco, incantatori di serpenti e poeti improvvisati che rispondono ai nomi di Ari Nunes, Art-it, Compagnia Sirteta, Octava Rima, Lazy Step, Drago Nero, Nouvelle Lune, Yoshi Tomo, Fire Fingers, e altri ancora. “Le mani che muovono sogni”: è questo lo spazio dedicato a bambini e famiglie, con spettacoli di teatro di figura della miglior tradizione europea, marionette, burattini e animazioni di vario genere, come Microcirco degli ungheresi Figurina, le atmosfere rarefatte dei russi Minidlin, lo Skel Cabaret del Babaciu Theater. “GIARDINI SEGRETI”Un vero e proprio festival nel festival, con decine di eventi a numero chiuso in sotterranei, piccoli giardini, balconi, torri, diviso quest’anno in tre sezioni: 1) teatro e danza, con performance sperimentali, letture, teatro di narrazione, e danza; intervengono il Teatro sperimentale della Versilia; L’Oranona di Carlo Romiti, Ahrat Teatro, Kuntari Ballet con performance ideate da un allievo di Bejart; 2) musica, con spazi relax di musicoterapia e spazi di musica classica allestiti in giardini o direttamente negli appartamenti dei certaldesi, come quello di Filippo Marcori, pianista classico che suona nel proprio appartamento, una casa torre del ‘400 dove saranno condotti pochi spettatori per volta; 3) arte contemporanea, con le creazioni interattive di Eraldo Ridi, che manipola la luce e crea oggetti con materiali riciclati. ARTIGIANATO, MERCATO, RISTOROPrevisti oltre 50 stand con lavorazioni artigianali dal vivo di oggettistica e artigianato artistico di varia natura (legno, carta, pelle, vetro, marmo e pietre dure, oreficeria, ecc…), ed altrettanti spazi di mercatino di vendita di prodotti artigianali. Vari stand con ristorazione tipica toscana e prodotti tipici aperti durante la manifestazione.Informazioni utili: Mercantia si svolge a Certaldo (Firenze) da mercoledì 16 a domenica 20 luglio 2008, ogni giorno dalle ore 18 alle ore 01 circa. L’ingresso è libero nella parte bassa del paese, a pagamento nella parte alta. Parcheggi e servizio di bus navetta sono gratuiti. Info turistiche: tel. 0571 656721.

lunedì 23 giugno 2008

Certaldo in piazza: 8 eventi e 2 mostre in cinque giorni. Si parte martedì, con la Festa della Musica e negozi aperti fino alle 24


CERTALDO Da Miss Italia al Premio Ernesto Calindri, dal concerto rock al mercatino di artigianato, questa settimana offre, suddivisi tra piazza Boccaccio e Certaldo Alto, un caleidoscopio di eventi culturali e popolari come non mai. Le iniziative, tutte in programma la sera alle 21.30, iniziano martedì 24 giugno, in piazza Boccaccio, con il concerto dei gruppi rock e jazz dell'Associazione Polis. Sempre martedì 24, dalle 9 fino a mezzanotte, negozi aperti ed esibizioni musicali varie con la "Festa della musica" organizzata dal Centro Commerciale Naturale, ConCertaldo. Mercoledì 25, sempre in piazza Boccaccio, le selezioni di Miss Italia organizzate dalla Pro Loco che il giorno successivo, giovedì 26, propone la sfilata di moda con modelle professioniste che indossano le collezioni estive più interessanti dei negozi di Certaldo. In piazza ed in via due Giugno, dalle 18 alle 24, a lato della sfilata il mercatino di antiquariato e artigianato.Venerdì 27 giugno invece ben tre gli appuntamenti: sempre in piazza Boccaccio, serata di magia e ambiente con il mago Massini ed i suoi giochi di illusionismo che sono anche un'occasione per imparare i trucchi del riciclaggio dei rifiuti. Al palasport di Canonica, il saggio di danza della palestra Athena. In Certaldo Alto, alle 21.30 con ingresso libero, la premiazione della IX edizione del Premio Calindri, assegnato quest'anno a Fabrizio Frizzi.A lato di questi eventi, si ricorda che, fino al 30 giugno, sono aperte tutti i giorni, in Certaldo Alto, due mostre: in Palazzo Pretorio, CONCRETA, scultura ceramica contemporanea. In Palazzo Stiozzi ridolfi, le opere di Bruna Scali, ispirate al Decameron.

venerdì 20 giugno 2008

A Mercantia la targa del Presidente della Repubblica. Un riconoscimento per le 20 edizioni del Festival certaldese

CERTALDO Un riconoscimento tanto inatteso quanto gradito. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato, tramite la propria Segreteria, una targa con lo stemma del Presidente della Repubblica al sindaco del Comune di Certaldo, complimentandosi per la longevità e la qualità della manifestazione culturale Mercantia, che, vale la pena ricordare, è il più grande Festival internazionale del teatro di strada, che ha tagliato il traguardo delle venti edizioni e si appresta, dal 16 al 20 luglio 2008, ad allestire l'edizione numero ventuno. "Il riconoscimento ci è particolarmente gradito perché in questi anni - spiega il direttore artistico di Mercantia, Alessandro Gigli - non abbiamo fatto solo spettacolo, ma vera cultura, promuovendo l'arte di strada da fenomeno marginale ad arte scenica vera e proprio. In questo contesto - prosegue Gigli - è significativa la nascita del premio "Chiodo d'oro" per il teatro di strada, premio giunto alla decima edizione e che quest'anno assegneremo ad un grande amico di Mercantia, Sergio Bini, in arte Bustric, autore, regista, attore, protagonista tra l'altro de "La vita è Bella" insieme a Roberto Benigni. Un attore completo che testimonia come l'arte di strada si sia evoluta".Arte che anche quest'anno sarà visibile in scena, in oltre 70 spettacoli originali, per più di 100 repliche ogni sera, dal 16 al 20 luglio a Certaldo. Il programma completo è già on-line e visibile su http://www.mercantiacertaldo.it/

giovedì 19 giugno 2008

Arriva la "ZONA 30', per una città a misura di bambino. Strisce pedonali rialzate, sensi unici, limite di velocità ridotto

CERTALDO - L'Amministrazione comunale, nell'ambito dei progetti di miglioramento della viabilità urbana, sta avviando un percorso che porterà gradualmente ad istituire in tutti i quartieri le cosiddette "Zone 30 a traffico limitato'. "L'istituzione della "Zona 30" ha un preciso obiettivo - spiega il Sindaco Andrea Campinoti - limitare l'invadenza del traffico delle auto e rendere le stesse vie meglio utilizzabili da pedoni e mezzi ciclabili. Per ottenere questo obiettivo, si prevedono vari accorgimenti, come l'abbassamento del limite di velocità a 30 km/h, la realizzazione di attraversamenti pedonali nuovi rialzati a livello del marciapiede, l'istituzione di alcuni sensi unici allo scopo di agevolare il passaggio dei mezzi pubblici ma anche di creare più parcheggi auto, evitando che queste sostino sopra i marciapiedi. Il tutto nell'ottica di rendere più sicura e piacevole la vita nelle strade che hanno un'alta densità urbana".L'area composta dalle vie Ugo D'Andrea, Tintoretto, Buonarroti, Masaccio, Pier della Francesca, Fratini, Raffaello Sanzio, Benozzo Gozzoli, Giotto e Cimabue, sarà la prima ad essere attivata. Per presentare questa iniziativa e rispondere alle domande di informazioni e chiarimenti, l'Amministrazione comunale ed i tecnici incaricati invitano tutti i cittadini delle vie sopra indicate il giorno venerdì 20 giugno, alle ore 21.30 presso il Centro Giovani "I Macelli", in piazza dei Macelli, dove verrà illustrato il progetto. L'iniziativa è aperta a tutti i cittadini, anche ai non residenti nell'area indicata.

sabato 7 giugno 2008

Un Cpt dove si fa doposcuola

CERTALDO. Da scuola di musica a Cpt per i clandestini. L’ex scuola dell’Aeronautica, dove ora ci sono i laboratori del Comune riservati ai ragazzi, è una tra le sedi inserite dal ministero della Difesa nella lista al vaglio del ministero dell’Interno per realizzare un centro per gli immigrati clandestini in Toscana, finora Cpt - centro di permanenza temporanea - e nel futuro, secondo la nuova definizione del disegno di legge sulla sicurezza, Cie, centro di identificazione ed espulsione.Il ministero della Difesa avrebbe selezionato nei giorni scorsi cinque luoghi, tutte ex caserme dismesse, e le avrebbe comunicate al ministero dell’Interno che, con un gruppo di esperti creato ad hoc, sta lavorando per selezionare il sito migliore. E dare il via alla costruzione delle strutture in pochi mesi. Questo alla luce dell’approvazione del disegno di legge sulla sicurezza per cui il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha disposto la realizzazione di 10 nuovi centri in modo da averne uno per regione.Per trovare quello toscano, oltre a Certaldo, nella lista ci sono un hangar a Campi Bisenzio, la caserma Gonzaga di Scandicci, dove fino a poco tempo fa c’era il 78esimo reggimento dei Lupi di Toscana, l’ex caserma Quartieri a Sesto Fiorentino, e infine una in provincia di Pisa, la ex caserma a Barbaricina. Ma quest’ultima opzione, anche in relazione alla presenza della base americana di Camp Darby tra Pisa e Livorno, sarebbe meno probabile. Più plausibili i siti individuati nell’area fiorentina.Il sindaco di Certaldo, Andrea Campinoti, si dice però «esterrefatto» dalla notizia che la ex scuola di aeronautica sarebbe in lizza - anzi in pole position - per diventare un Cpt. «L’ex aeronautica - spiega - è stata inserita dal ministero della Difesa nel progetto ‘Valore Paese’ e consegnata all’Agenzia del Demanio, che ne dispone e con la quale siamo in trattative avanzate. Ma la cosa più sorprendente - prosegue il sindaco - è che questo edificio, situato nel cuore del centro urbano, in mezzo all’abitato, dal 1991 è sede della scuola comunale di musica, dei laboratori artistici di teatro, danza, pittura, dei corsi di lingue di computer. Vi abbiamo ricavato anche una palestra. Ogni settimana oltre 400 giovani di Certaldo e dintorni vi svolgono attività educative e la struttura è un punto di riferimento per tante famiglie».E in generale sulla questione Cpt il sindaco dice che «concepiti come carceri non potranno mai trovarci d’accordo».Su cosa s’intende aprire in Toscana comunque certezze non ce ne sono, anche perché da Roma le bocche sono abbastanza cucite. «Siamo in una fase di studio - spiega il viceprefetto Felice Colombrino del ministero dell’Interno - il ministero della Difesa ha formulato una lista di ex caserme e ora il gruppo di lavoro sta vagliando varie ipotesi e riferirà, al termine del lavoro, al ministero per arrivare alla realizzazione di un Centro per ogni regione».Anche la Regione non ha indicazioni ulteriori. L’altra sera, quando varie associazioni (Cospe, Arci, Fondazioni Michelucci e Caritas) hanno consegnato un documento al presidente della Regione Claudio Martini per ribadire la loro netta contrarietà ai Cpt, non è stato affrontato il tema delle localizzazioni.E dall’Ufficio di presidenza della Regione confermano che «al presidente (Martini ieri era a Roma per un incontro con Silvio Brerlusconi ndr) - non è arrivata alcuna comunicazione».E comunque Martini ha già espresso i suoi dubbi su queste strutture che, invece, secondo il ministero potrebbero essere operative in breve tempo. «Nell’arco di alcune settimane - spiega Gabriele Toccafondi, deputato del Pdl - potremmo avere l’indicazione del luogo». E qualche elemento in più è atteso anche dal ministro della Difesa Ignazio La Russa domani in visita a Firenze per la festa dell’Aeronautica

domenica 25 maggio 2008

Vasi di argilla come affreschi, in omaggio a Certaldo

Si è svolto stamani a Certaldo l’incontro con Betty Woodman, artista statunitense, forse la più importante ceramista vivente, che da alcuni anni vive e lavora, una parte dell’anno, in un casale vicino a Firenze, all’Antella.Betty Woodman è, assieme a Lee Babel, Ingrid Mair Zischg, Lisa Nocentini, Donna Polseno, Aldo Rontini, una dei sei artisti che espongono fino al 30 giugno nel Palazzo Pretorio, per la seconda edizione di CONCRETA, progetto espositivo che Comune di Certaldo, Lorenzo Anselmi della Galleria Gulliver e Pietro Elia Maddalena de l’Associazione “La Meridiana”, hanno ideato per valorizzare i vari aspetti della scultura ceramica contemporanea, spesso ingiustamente trascurata nel panorama dell’arte contemporanea. Il Palazzo Pretorio, con la facciata quattrocentesca di mattoni rossi di argilla cotta ed i suoi stemmi robbiani di ceramica invetriata, può rappresentare, secondo il Sindaco Andrea Campinoti “Una vetrina naturale per valorizzare questo materiale, che come il nostro borgo ha una tradizione antica, è legato alla cultura materiale, ma ha anche possibilità infinite di forma e colore, e soprattutto si lega alla materia – l’argilla – con la quale l’intero borgo è edificato”.Nel presentare l’artista statunitense, il critico Franco Bertoni, responsabile della ceramica del ‘900 al Museo della Ceramica di Faenza (il più importante museo europeo della ceramica), ha ricordato come: “La ceramica, dall’art nouveau di Galileo Chini al futurismo, dalle opere di Picasso fino a Fontana, è stata importante nella maturazione artistica dei grandi artisti del secolo scorso”. Tuttavia, proprio il suo forte legame con gli oggetti d’uso, la rende al tempo stesso estremamente diffusa ma anche di difficile interpretazione quando si passa, appunto, dall’oggettistica alle forme d’arte. Non è il caso però di Betty Woodman, che ha fatto proprio del vaso, oggetto ceramico per antonomasia, il fulcro della sua riflessione artistica. “Betty Woodman – prosegue Bertoni – ha saputo innovare, rompere le regole, perché ha sempre tenuto i piedi ben saldi nella tradizione. Ha riletto in modo originale le forme all’apparenza più semplici e diffuse, dandone interpretazioni uniche, in questo sta la sua grandezza”. Esempio lampante le tre opere realizzate ad hoc per la Sala del Vicario del Palazzo Pretorio, tre grandi tele dipinte con linee geometriche e colori sgargianti – omaggio e richiamo gli affreschi quattrocenteschi del Palazzo – sulle quali sono come applicati dei bassorilievi di argilla grezza cotta, silouette vasiformi che si legano appunto alla sua ricerca sul vaso e alla forma per antonomasia della produzione ceramica.

lunedì 19 maggio 2008

Letteratura: Vittore Branca e Boccaccio, Convegno Internazionale Di Studi

Certaldo - A quattro anni dalla sua scomparsa, l'Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, in collaborazione con il Comune di Certaldo (Firenze), ricorda la figura e l'opera dell'illustre storico della letteratura Vittore Branca (Savona, 9 luglio 1913 - Venezia, 28 maggio 2004), facendo seguito alle iniziative gia' realizzate a Roma dall'Accademia dei Lincei nel 2005 e a Pisa dalla Scuola Normale Superiore lo scorso anno.
Con il convegno internazionale di studi ''Vittore Branca e Giovanni Boccaccio'', in programma il 23 e 24 maggio, l'Ente Nazionale Boccaccio si propone di sottolineare lo stretto legame con Vittore Branca instauratosi fin dagli anni della ricostruzione della Casa del Boccaccio nel secondo dopoguerra. Legame che ha contribuito in maniera decisiva allo sviluppo dell'attivita' di ricerca ed alla promozione del ruolo dell'Ente nel contesto culturale internazionale. Allo stesso tempo il convegno riflettera' sull'opera di filologo e critico di Branca e sul suo determinante contributo nell'azione di tutela e valorizzazione del patrimonio linguistico e letterario italiano, oltre che di massimo studioso dell'autore del ''Decameron'', di cui aveva scoperto anche numerosi inediti.
Il convegno, che si svolgera' nel Palazzo Pretorio, conclude le celebrazioni per i 50 anni di fondazione dell'Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, costituito nel 1957 da Luigi Campedelli, Alfredo Barbacci, Filippo Rossi, Giovanni Semerano e riconosciuto l'anno successivo con decreto del Presidente della Repubblica. Interverranno al convegno i professori Carlo Ossola, Victoria Kirkham, Lucia Battaglia Ricci, Attilio Bettinzoli, Robert Hollander, Jonathan Usher, Maria Hernandez Esteban, Mita Valvassori, Giuseppe Velli, Francesco Sabatini. Il presidente dell'Ente Boccaccio, architetto Massimo Gennari, presentera' il nuovo allestimento museale di Casa Boccaccio, realizzato con i recenti lavori di restauro della Casa che si sono conclusi ad inizio 2008.

mercoledì 30 aprile 2008

Successo per la seconda edizione del Premio di Filosofia. L'Associazione per le pratiche filosofiche dà appuntamento ai prossimi mesi

30-04-2008 CERTALDO Si è svolta con successo domenica 27 aprile a Certaldo, la premiazione del Premio Nazionale di Filosofia "Le figure del pensiero" organizzato dalla Associazione nazionale per le pratiche filosofiche. I premiati nelle quattro sezioni: aforismi, assurdi, ossimori e paradossi, sono stati quindici concorrenti provenienti da tutta Italia. La premiazione ha avuto inizio con i saluti da parte del sindaco di Certaldo Andrea Campinoti, che oltre alla figura di primo cittadino a rivestito, forte della sua laurea in materia, la figura del filosofo dialogando di filosofia con i premiati e i giurati. Successivamente Mario Guarna, presidente del premio e dell'Associazione Nazionale Pratiche Filosofiche, organizzatrice del premio, ha dato inizio ai lavori. I premiati hanno letto le proprie opere, prima di ricevere dalle mani del presidente e dei giurati Michele Montone e Mario Laganà, le targhe e le pergamene. Al termine, si è svolto il buffet con prodotti tipici calabresi forniti dall'Azienda Guarna-Ceniti e con il vino biologico fornito dall'Azienda Agricola Pisani di Viggiano (Basilicata). Nel pomeriggio gli ospiti sono stati accompagnati a visitare il borgo antico di Certaldo alto (Palazzo Pretorio, casa Boccaccio, Museo d'Arte Sacra). Per informazioni sulle attività dell'Associazione, che sta organizzando corsi di filosofia e presentazioni di libri sul territorio, si possono contattare i numeri tel. 0571.1961169, o il sito internet www.confilosofare.com, e-mail: confilosofare@email.it

mercoledì 16 aprile 2008

A CERTALDO IL PD CON IL 60,68% ALLA CAMERA, SI ATTESTA AL PRIMO POSTO IN ITALIA.



Nel Circondario il Pd più forte d'Italia - martedì 15 aprile 2008C’ è molta soddisfazione nell’Empolese Valdelsa per i risultati del Pd nel Circondario. Numeri straordinari per il partito di Veltroni che premiano una campagna elettorale capillare, che ha impegnato moltissimi militanti e tutti dirigenti locali. Il coordinamento territoriale del Pd Empolese Valdelsa con il 56% dei voti al Senato (nel 2006 la percentuale era del 49,47%) e con il 55,35% alla Camera (nel 2006 54,13%) si attesta al primo posto in Italia. Al Senato in termini di elettori guadagna 4521 voti (57107 nel 2008; 52586 nel 2006). A Empoli al Senato il Pd è al 57,59% e Idv con il 3,59%, la coalizione ottiene quindi il 61,18%, il più alto dato fra le città toscane. Dati eccellenti a Castelfiorentino dove al Senato il Pd ha il 61,13%, e a Certaldo che alla camera assegna al Pd il 60,68%. Anche per l’Italia dei valori risultati molto positivi con il 3,08% al Senato (nel 2006 1,73%) e il 3,19% alla Camera (nel 2006 1,1%). Sommando il Pd all’Italia dei Valori, il Circondario ottiene al Senato il 59,08%, alla Camera il 58,54. Il segretario del Pd Empolese Valdelsa commenta questi risultati: «Il segreto del nostro successo è quello che il gruppo dirigente si è messo a disposizione del progetto Pd. Un risultato straordinario del Pd Empolese Valdelsa, che premia la scelta di correre da soli alle elezioni, ma anche l’impegno e la convinzione dei Democratici del territorio. Il successo si manifesta in particolar modo al Senato con una media nel Circondario di un +6,52% rispetto alle politiche del 2006. Un risultato che viene confermato anche alla Camera, seppur in maniera ridotta, con un + 1,45% rispetto al 2006, ma c’è da tenere conto che alla Camera era già presente L’Ulivo».

sabato 5 aprile 2008

Scontro mortale a Certaldo- Muore l'assessore Zummo

Certaldo, 5 aprile 2008 - Lutto nella giunta comunale di Certaldo per la morte, in un incidente stradale, di Giuseppe Salvatore Zummo, assessore a Gemellaggi, pace e cooperazione, promozione, cittadinanza attiva e Politiche per gli stranieri. L'uomo, 47 anni, impiegato dell'Unicoop, era originario di Castelvetrano, in provincia di Trapani, ma risiedeva a Certaldo dagli anni '60. Non era sposato, lascia la madre e una sorella.

Giuseppe Salvatore Zummo stava tornando da Castelfiorentino con la sua Fiat Bravo, quando alle porte di Certaldo, in via delle Regioni, lungo la strada 429, un'altra Fiat, una Grande Punto, condotta da un 40enne, certaldese, si è scontrata frontalmente con la sua auto. Nell'incidente è rimasto coinvolto anche un fuoristrada Toyota, il conducente è rimasto illeso. Giuseppe Salvatore Zummo è stato portato d'urgenza in ambulanza all'ospedale 'San Giuseppe' di Empoli ed è morto poco dopo nella notte. Lievi le ferite per il 40enne certaldese coinvolto nel frontale.

IL CORDOGLIO DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE
Il sindaco di Certaldo Andrea Campinoti ha appreso la notizia nella notte. La giunta comunale, tutti i consiglieri del consiglio comunale e i i rappresentanti del consiglio degli stranieri, sono stati informati nella prima mattina di oggi dell'accaduto e si sono dati appuntamento nella sala giunta del municipio, unendosi al cordoglio dei familiari. ''Piangiamo un uomo mite ed onesto - ha detto il sindaco - che, in maniera esemplare, si era messo al servizio del popolo per affermare un futuro di pace, giustizia e liberta'''. In segno di lutto, il Pd ha comunicato di aver annullato tutte le iniziative elettorali a Certaldo fino a lunedì sera.

martedì 1 aprile 2008

Mercantia: a Certaldo da mercoledì 16 a domenica 20 luglio la XXI edizione

CERTALDO (FI)– L’Amministrazione comunale di Certaldo annuncia che la XXI edizione di Mercantia si svolgerà a Certaldo da mercoledì 16 a domenica 20 luglio 2008. Dopo la festa del ventennale quindi, il Festival che ha fatto conoscere al grande pubblico italiano il teatro di strada, prosegue e si rinnova, come annunciato lo scorso anno dal direttore artistico Alessandro Gigli, nel segno di una formula spettacolare unica ed inimitabile che vive in simbiosi con il borgo medievale di Certaldo.“Mercantia è nata come Festival internazionale del teatro di strada, ed ha contribuito a diffondere queste discipline in tutta Italia. Nel corso degli anni però, si è evoluta come una grande kermesse spettacolare – spiegano gli organizzatori – sempre più in sinergia con la musica, l’arte e all’artigianato artistico, creando ogni sera uno spettacolo unico, paragonabile a quello di un’orchestra composta da tanti virtuosi che suonano insieme, in un’unica sinfonia. L’edizione 2008 accentuerà la presenza di piccoli spettacoli in spazi esclusivi come corti, giardini privati, cantine e balconi, unendo al teatro anche performance musicali ed artistiche”.La scorsa edizione, nel luglio 2007, era durata quattro giorni, con un investimento di circa 400.000 euro, quasi 30.000 spettatori paganti e almeno 60.000 visitatori totali stimati, oltre 70 spettacoli e 50 lavorazioni artigianali dal vivo ogni sera: numeri da record per un festival teatrale italiano nonché un volano straordinario per l’economia turistica locale.

lunedì 31 marzo 2008

Lacrime ed emozione nel ricordo di Montemaggio

Oltre 300 ragazzi hanno ascoltato le parole dei reduci di Guerra.

31-03-2008 MONTEMAGGIO Si è conclusa domenica 30 marzo la commemorazione del 64 anniversario dell'eccidio di Montemaggio, organizzata quest'anno dal Comune di Certaldo in collaborazione con ANPI e con i Comuni di Barberino Val d'Elsa, Casole d'Elsa, Colle Val d'Elsa, Gambassi Terme, Monteriggioni, San Gimignano, Poggibonsi, Radicondoli. Alle ore 10.30 la Santa Messa in Prepositura a Certaldo, alle 11.30 la deposizione delle corone ai sacelli dei caduti, alle 15.30 il raduno a Montemaggio (Monteriggioni) e alle 16 le celebrazioni conclusive a Casa Giubileo, con l'intervento del prof. Giovanni Lombardi e la Filarmonica G.Verdi di Marcialla.Momenti di viva commozione già all'inizio della commemorazione, quando al Palasport di Certaldo si sono radunati oltre 300 giovani provenienti dalla scuole medie dei nove Comuni ed hanno ascoltato il vivo ricordo dei reduci di guerra, amici delle vittime di Montemaggio e, come Vittorio Meoni, scampati proprio a quell'eccidio. Questi i nomi dei martiri, i cui nomi e le cui vite sono stati ricordati ad inizio manifestazione: Angiolino Bartalini, Piero Bartalini, Emilio Berrettini, Enzo Busini, Giovanni Cappelletti, Virgilio Ciuffi, Franco Corsinovi, Dino Furiesi, Giovanni Galli, Aldino Giannini, Ezio Grassini, Elio Lapini, Livio Levanti, Livio Livini, Folco Martinucci, Ennio Nencini, Orvino Orlandini, Luigi Vannetti, Onelio Volpini.

mercoledì 26 marzo 2008

Per spettatori e investimenti è un festival tra i più importanti d'Italia


L'Amministrazione comunale di Certaldo annuncia che la XXI^ edizione di Mercantia si svolgerà a Certaldo da mercoledì 16 a domenica 20 luglio 2008. Dopo la festa del ventennale quindi, il Festival che ha fatto conoscere al grande pubblico italiano il teatro di strada, prosegue e si rinnova, come annunciato lo scorso anno dal direttore artistico Alessandro Gigli, nel segno di una formula spettacolare unica ed inimitabile che vive in simbiosi con il borgo medievale di Certaldo."Mercantia è nata come Festival internazionale del teatro di strada, ed ha contribuito a diffondere queste discipline in tutta Italia. Nel corso degli anni però, si è evoluta come una grande kermesse spettacolare - spiegano gli organizzatori - sempre più in sinergia con la musica, l'arte e all'artigianato artistico, creando ogni sera uno spettacolo unico, paragonabile a quello di un'orchestra composta da tanti virtuosi che suonano insieme, in un'unica sinfonia. L'edizione 2008 accentuerà la presenza di piccoli spettacoli in spazi esclusivi come corti, giardini privati, cantine e balconi, unendo al teatro anche performance musicali ed artistiche".La scorsa edizione, nel luglio 2007, era durata quattro giorni, con un investimento di circa 400.000 euro, quasi 30.000 spettatori paganti e almeno 60.000 visitatori totali stimati, oltre 70 spettacoli e 50 lavorazioni artigianali dal vivo ogni sera: numeri da record per un festival teatrale italiano nonché un volano straordinario per l'economia turistica locale.

venerdì 14 marzo 2008

'Si racconta le novelle del Boccaccio' a Certaldo


Venerdì 14 marzo ultimo appuntamento con la lettura del Decameron accompagnata da musica dal vivo Associazione Polis - Laboratorio Teatrale L'Oranona"Si racconta le novelle del Boccaccio"letture itineranti dalla prima giornata del Decameronregia di Carlo RomitiLeggere le novelle del Decameron in versione integrale, in un teatrino-cenacolo come la vecchia Limonaia quattrocentesca, per pochi spettatori, una volta al mese in autunno ed inverno. Il progetto cultural teatrale de L'Oranona diretta da Carlo Romiti si avvia alla conclusione per la stagione 2007/2008 cone l'appuntamento di venerdì 14 marzo, ore 21.30, ingresso libero, con la lettura di Il conte d'Anguersa falsamente accusato, novella ottava della seconda giornata del Decameron. Le letture riprenderanno poi nell'ottobre 2008.La voce narrante è di Ilaria Landi, accompagnata da Alessio Montagnani, chitarra classica, Filippo Martori, contrabbasso.L'iniziativa è realizzata Associazione Polis - Laboratori di Certaldo, con il patrocinio di Ente Nazionale Giovanni Boccaccio e Comune di Certaldo. Per informazioni: tel. 0571 663580 Per informazioni: tel. 0571.663580http://www.boccaccioelearti.it/

Venerdì 14 marzo ultimo appuntamento con la lettura del Decameron accompagnata da musica dal vivo Associazione Polis - Laboratorio Teatrale L'Oranona"Si racconta le novelle del Boccaccio"letture itineranti dalla prima giornata del Decameronregia di Carlo RomitiLeggere le novelle del Decameron in versione integrale, in un teatrino-cenacolo come la vecchia Limonaia quattrocentesca, per pochi spettatori, una volta al mese in autunno ed inverno. Il progetto cultural teatrale de L'Oranona diretta da Carlo Romiti si avvia alla conclusione per la stagione 2007/2008 cone l'appuntamento di venerdì 14 marzo, ore 21.30, ingresso libero, con la lettura di Il conte d'Anguersa falsamente accusato, novella ottava della seconda giornata del Decameron. Le letture riprenderanno poi nell'ottobre 2008.La voce narrante è di Ilaria Landi, accompagnata da Alessio Montagnani, chitarra classica, Filippo Martori, contrabbasso.L'iniziativa è realizzata Associazione Polis - Laboratori di Certaldo, con il patrocinio di Ente Nazionale Giovanni Boccaccio e Comune di Certaldo. Per informazioni: tel. 0571 663580 Per informazioni: tel. 0571.663580http://www.boccaccioelearti.it/

Concreta: la ceramica parla il linguaggio dell´arte contemporanea


Si inaugura domenica 16 marzo, alle ore 17 nel Palazzo Pretorio di Certaldo la seconda edizione di CONCRETA - scultura ceramica contemporanea. Dopo il successo dell´edizione 2007, con 6.000 visitatori paganti in due mesi, questa seconda edizione, che si protrarrà fino al 30 giugno, punta i riflettori su alcuni dei nomi più affermati della ricerca artistica contemporanea internazionale - Babel, Woodman, Mair Zischg, Polseno - affiancandoli a nomi promettenti italiani come quelli di Rontini e Nocentini. CONCRETA è un progetto sulla ceramica contemporanea, nato per affermare l´importanza e attualità di questo materiale in un panorama artistico contemporaneo spesso inflazionato da fotografia, video e performance. Un´esposizione che fa parte di un progetto culturale ampio, in un luogo - Certaldo e l´Empolese-Valdelsa tutto - dove terracotta e ceramica sono elementi essenziali della di storia e bellezze secolari come mostra Palazzo Pretorio, con la facciata quattrocentesca di mattoni rossi di terracotta e gli stemmi robbiani di ceramica. L´esposizione è curata da esperti del settore: Gian Lorenzo Anselmi, della Galleria Gulliver di Marciana Marina, e l´Associazione Culturale "La Meridiana" di Pietro Elia Maddalena, scuola che dal 1980 forma a Certaldo i futuri artisti della ceramica con maestri internazionali. L´iniziativa è uno degli appuntamenti più importanti in Italia rivolti alla scultura ceramica contemporanea. Gli artisti esporranno nel giardino e nelle sale del Palazzo Pretorio, ma anche nel loggiato di Casa Boccaccio, con opere create appositamente per gli spazi. Situazioni che verranno fissate, anche quest´anno, nel "catalogo ambientato", con foto di Andrea Messana e con testo critico di Franco Bertoni, responsabile della ceramica del `900 al Museo della Ceramica di Faenza.

Si inaugura domenica 16 marzo, alle ore 17 nel Palazzo Pretorio di Certaldo la seconda edizione di CONCRETA - scultura ceramica contemporanea. Dopo il successo dell´edizione 2007, con 6.000 visitatori paganti in due mesi, questa seconda edizione, che si protrarrà fino al 30 giugno, punta i riflettori su alcuni dei nomi più affermati della ricerca artistica contemporanea internazionale - Babel, Woodman, Mair Zischg, Polseno - affiancandoli a nomi promettenti italiani come quelli di Rontini e Nocentini. CONCRETA è un progetto sulla ceramica contemporanea, nato per affermare l´importanza e attualità di questo materiale in un panorama artistico contemporaneo spesso inflazionato da fotografia, video e performance. Un´esposizione che fa parte di un progetto culturale ampio, in un luogo - Certaldo e l´Empolese-Valdelsa tutto - dove terracotta e ceramica sono elementi essenziali della di storia e bellezze secolari come mostra Palazzo Pretorio, con la facciata quattrocentesca di mattoni rossi di terracotta e gli stemmi robbiani di ceramica. L´esposizione è curata da esperti del settore: Gian Lorenzo Anselmi, della Galleria Gulliver di Marciana Marina, e l´Associazione Culturale "La Meridiana" di Pietro Elia Maddalena, scuola che dal 1980 forma a Certaldo i futuri artisti della ceramica con maestri internazionali. L´iniziativa è uno degli appuntamenti più importanti in Italia rivolti alla scultura ceramica contemporanea. Gli artisti esporranno nel giardino e nelle sale del Palazzo Pretorio, ma anche nel loggiato di Casa Boccaccio, con opere create appositamente per gli spazi. Situazioni che verranno fissate, anche quest´anno, nel "catalogo ambientato", con foto di Andrea Messana e con testo critico di Franco Bertoni, responsabile della ceramica del `900 al Museo della Ceramica di Faenza.

Si inaugura domenica 16 marzo, alle ore 17 nel Palazzo Pretorio di Certaldo la seconda edizione di CONCRETA - scultura ceramica contemporanea. Dopo il successo dell´edizione 2007, con 6.000 visitatori paganti in due mesi, questa seconda edizione, che si protrarrà fino al 30 giugno, punta i riflettori su alcuni dei nomi più affermati della ricerca artistica contemporanea internazionale - Babel, Woodman, Mair Zischg, Polseno - affiancandoli a nomi promettenti italiani come quelli di Rontini e Nocentini. CONCRETA è un progetto sulla ceramica contemporanea, nato per affermare l´importanza e attualità di questo materiale in un panorama artistico contemporaneo spesso inflazionato da fotografia, video e performance. Un´esposizione che fa parte di un progetto culturale ampio, in un luogo - Certaldo e l´Empolese-Valdelsa tutto - dove terracotta e ceramica sono elementi essenziali della di storia e bellezze secolari come mostra Palazzo Pretorio, con la facciata quattrocentesca di mattoni rossi di terracotta e gli stemmi robbiani di ceramica. L´esposizione è curata da esperti del settore: Gian Lorenzo Anselmi, della Galleria Gulliver di Marciana Marina, e l´Associazione Culturale "La Meridiana" di Pietro Elia Maddalena, scuola che dal 1980 forma a Certaldo i futuri artisti della ceramica con maestri internazionali. L´iniziativa è uno degli appuntamenti più importanti in Italia rivolti alla scultura ceramica contemporanea. Gli artisti esporranno nel giardino e nelle sale del Palazzo Pretorio, ma anche nel loggiato di Casa Boccaccio, con opere create appositamente per gli spazi. Situazioni che verranno fissate, anche quest´anno, nel "catalogo ambientato", con foto di Andrea Messana e con testo critico di Franco Bertoni, responsabile della ceramica del `900 al Museo della Ceramica di Faenza.

martedì 11 marzo 2008

Alla scoperta dei tesori di Certaldo


Con solo 6 Euro si potrà visitare l'arte sacra, la Casa Boccaccio e le mostre di Palazzo Pretorio Inaugurata la gestione unitaria dei tre musei di Certaldo Alto: Palazzo Pretorio, Casa Boccaccio e Museo di Arte Sacra verranno gestite dal Comune di Certaldo con il proprio personale, che garantirà l'apertura dei tre musei con orario continuato 10.30 - 16.30, sette giorni su sette. Dal 1 aprile entrerà in vigore l'orario di alta stagione: tutti i giorni, ore 9.30 - 14 e 14.30 - 19. Novità anche per la bigliettazione. Il biglietto unico per i tre musei, sospeso nel settembre 2005 con i lavori a Casa Boccaccio, viene ripristinato, ed il cuore del sistema mussale, la biglietteria unica con bookshop, sarà proprio a Casa Boccaccio, nei locali a lato ristrutturati per questa precisa funzione. L'accesso ad uno solo dei tre musei costerà 4,50 euro intero, 3,00 euro ridotto; l'accesso a tutti e tre i musei costerà invece solo 6,00 euro e 4,00 il ridotto, cui avranno diritto bambini tra 7 e 14 anni, adulti oltre 65 anni, studenti, detentori di Carta Giovani. Una vantaggiosissima offerta per gruppi porta inoltre il biglietto unico a soli 3 euro, per gruppi di oltre 25 persone o per gite di scolaresche extra comunali. Ingresso totalmente gratuito invece per bambini 0 - 6 anni, per le scolaresche del Comune di Certaldo, per accompagnatori delle gite scolastiche e dei gruppi guidati, per invalidi.Varia e articolata l'offerta museale certaldese: Casa Boccaccio, recentemente restaurata, permette di vedere preziose e rare edizioni del Decameron, pannelli e audiovisivi che illustrano la vita di Giovanni Boccaccio, mostre a tema sull'opera del letterato, la stanza affrescata nell'800 da Pietro Benvenuti e di accedere alla bellissima torre panoramica che domina la Valdelsa. Il Museo di Arte Sacra è invece ricco, oltre che di preziosi oggetti utilizzati per i riti liturgici che vanno dal Medioevo ad oggi, di opere pittoriche e di un raro crocifisso ligneo del '300 la cui provenienza resta ancora un mistero. Il Palazzo Pretorio, edificio che è sempre stato in assoluto il più visitato dai turisti, è ricco di affreschi del '400 e '500, contiene il Tabernacolo di Benozzo Gozzoli, un'opera di arte contemporanea ambientale (il Giardino giapponese di Nagasawa), ed ospita spesso grandi mostre di arte contemporanea.Certaldo Alto si pone quindi come una delle mete più appetibili per il turista che sceglie la Toscana come destinazione delle proprie vacanze.


Fonte:Valdelsa.net

lunedì 3 marzo 2008

Bilancio 2008: una svolta nel segno del dialogo. Per la prima volta l'unanimità sul Piano triennale opere pubbliche


03-03-2008 CERTALDO Nella insolita sede de "I Macelli", di fronte ad un pubblico di giovani arrivato per la successiva discussione sul Centro Giovani, il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di Previsione 2008 ed il Piano triennale 2008/2010 delle opere pubbliche in un clima di ritrovato dialogo tra maggioranza ed opposizione, che ha fatto registrare per la prima volta dall'inizio della legislatura il voto all'unanimità sul Piano triennale delle opere pubbliche, voto che il maggiore gruppo di opposizione, "I Malcontenti", ha esteso anche al Bilancio nel suo complesso.Il Piano delle opere pubbliche, approvato da Partito Democratico, I Malcontenti, Polo per Certaldo (assente invece alla seduta di stamani il consigliere di Rifondazione Comunista), prevede nel 2008 investimenti per 8.568.000 euro, tra cui il restauro di Palazzo Pretorio, la rotatoria di via F.lli Cervi, il parcheggio a ridosso del centro nel Borro dell'Uccellina, la viabilità alternativa per la chiusura dei passaggi a livello e i pannelli solari alla scuola Boccaccio.Sul Bilancio invece, il Polo ha dato un voto negativo, ma il gruppo de "I Malcontenti" ha confermato il suo sì. Nel Bilancio, con un volume totale di 20 milioni di euro, restano ferme, per il terzo anno consecutivo, Ici ed Irpef, e al tempo stesso, secondo l'Amministrazione Comunale, si finanziano servizi migliori in termini di qualità e quantità, come il funzionamento del nuovo Centro Giovani, i servizi per l'infanzia, il bus urbano. "I Malcontenti" hanno motivato il loro sì dopo aver ricordato la propria storia: critici nei confronti dell'Amministrazione comunale già dalla precedente legislatura, con la "Lista di centro sinistra", nel 2004 hanno deciso di dar vita ad un "soggetto politico locale di cittadini per i cittadini, destinato a dissolversi solo di fronte ad una politica capace di ascoltare e non più solo di decidere". Fino al riconoscimento, fatto a questo bilancio ed a questa Amministrazione comunale, di essere riuscita negli ultimi anni a lavorare per il bene comune, coinvolgendo anche l'opposizione. Nell'intervento del Polo per Certaldo invece, se da un lato si è riconosciuto la bontà dell'impostazione e delle priorità scritte nel piano delle opere pubbliche, dall'altro si è mantenuta la critica nei confronti del Bilancio generale ed in particolar modo della spesa corrente, troppo alta soprattutto per certi servizi non essenziali. Da qui la proposta di rivedere i costi a carico degli utenti di alcuni servizi, ma anche un invito a tenere sotto controllo le spese per interessi sui mutui. Il nuovo clima di dialogo e di confronto costruttivo è stato salutato con favore dai rappresentanti del Partito Democratico, che ricordando le potenzialità del territorio economico e sociale certaldese, hanno sottolineato come un clima di concordia e collaborazione, pur nel rispetto delle differenze, sia fondamentale per attrarre risorse ed investimenti per lo sviluppo di Certaldo. Al termine della seduta, il Sindaco si è congratulato con tutti i consiglieri, convinto che oggi sia stata scritta una bella pagina della politica locale, grazie ad un rinnovato clima di impegno comune e di confronto che non guarda alla polemica ma entra nel merito dei problemi, per risolverli.

venerdì 29 febbraio 2008

ECO-ENERGIA: TOSCANA;162 'GIRASOLI' PER CENTRALE IN VALDELSA


CERTALDO (FIRENZE), - Una centrale elettrica solare, composta da 162 'girasoli' fotovoltaici disposti su una superficie di sei ettari, in grado di produrre due milioni e mezzo di chilowattora ogni anno, equivalenti al fabbisogno di tremila persone. E' il progetto, promosso dai Verdi e dalla Sinistra Arcobaleno, che sara' presentato sabato prossimo, a Certaldo, presso l'azienda agricola 'Montulivo', sul cui terreno dovrebbe sorgere la centrale. Alla presentazione del progetto interverranno, tra gli altri, il consigliere regionale dei Verdi Fabio Roggiolani, Silvio gentile, amministratore delegato della societa' Green Utility, incaricata di realizzare l'opera, Mauro Romanelli, portavoce regionale dei Verdi, e Francesco Meneguzzo, ricercatore del Cnr ed esperto di energie rinnovabili. ''Una centrale solare - commenta Roggiolani - che non e' soltanto amica dell'ambiente, con quasi 1500 tonnellate di anidride carbonica risparmiate ogni anno, ma anche rispettosa delle attivita' agricole e dell'economia agricola, cui restituira' in venti anni un utile netto complessivo pari al 45% dell'investimento, che e' di dieci milioni di euro'' Il progetto del parco solare, informa una nota, e' condotto in costante contatto con l'amministrazione comunale di Certaldo, che ne sta valutando la domanda di autorizzazione. (ANSA).

lunedì 25 febbraio 2008

14a Sagra del Tartufo Marzuolo a Certaldo

CERTALDO - Da Venerdì 7 a Domenica 9 Marzo 2008 a Certaldo - si terrà la 14° Sagra del Tartufo Marzuolo.
Il massimo della gastronomia con Sua maestà il Tartufo: tanti piatti locali a base di tartufo e molte specialità con altri delziosi prodotti tipici.
Sono previsti anche molti eventi collaterali : Domenica 9 ci sarà la premiazione del tartufaio associato più anziano, oltre a visite guidate con i gruppi Trekking Lombardia, Piemonte e Liguria in Tartufaie controllate dell'associazione (insieme a tartufaio con cane) e visita turistica in Certaldo Alto. Il tutto in collaborazione con Turismo Natura di Castelfiorentino.Per la Festa della Donna (8 Marzo) serata speciale con Piano Bar.Gradita prenotazione.
Orari: Venerdì e Sabato dalle ore 20 - Domenica anche alle ore 12
Dove: Zona Piscine Nuovo Centro Polivalente Comunale, Viale Matteotti - Certaldo
La Sagra si ripeterà anche il fine settimana successivo dal 14 al 16 Marzo.
Per informazioni:Associazione Tartufai delle Colline della Bassa ValdelsaTel/Fax.: 0571 652440cellulare: 338/7415160email: asstartufaivaldelsa@libero.it - info@asstartufaivaldelsa.org

mercoledì 20 febbraio 2008

Premio Italia: da sabato la XXIII edizione. Decine di artisti a confronto nelle sale del Palazzo Pretorio di Certaldo


CERTALDO Si apre sabato 22 febbraio a Certaldo nella suggestiva cornice dello storico Palazzo Pretorio la XXIII edizione del Premio Italia per le Arti Visive, promosso e organizzato dalla rivista Eco d'arte moderna con la sua casa editrice Il Candelaio di Firenze, col patrocinio del Comune di Certaldo che lo ospita sin dalla prima edizione del 1986.In mostra decine di opere di pittura, scultura e grafica di artisti italiani e stranieri, selezionati dalla rivista Eco d’arte moderna. Dal suo debutto ad oggi, il Premio ha visto il "passaggio" di oltre quattromila artisti italiani e stranieri, molti dei quali hanno conservato nel tempo il legame con una manifestazione che è sempre un valido terreno di confronto ma soprattutto di divulgazione attraverso l'attribuzione di premi editoriali ed espositivi, strumenti importanti per l'esordio dei giovani artisti quanto per quelli di più ampia esperienza.Di particolare rilievo quest'anno la coincidenza con le celebrazioni per il 40° anniversario della rivista, fondata nel 1968, che vedrà assegnato uno speciale premio editoriale destinato ad un'opera che diverrà la "immagine-manifesto" ricorrente in tutte le pubblicazioni del 2008.Il Premio si concluderà domenica 2 marzo alle ore 15,30 con la consueta cerimonia di assegnazione dei premi che sarà arricchita dalla consegna di una medaglia per il 40° appositamente realizzata dall'artista messicano Leonardo Pereznieto.La mostra sarà aperta tutti i giorni, escluso lunedì, con orario 10,30 - 16,30; ingresso euro 3.

Fonte: ValdelsaNet

mercoledì 13 febbraio 2008

“Premio Italia per le Arti Visive”


Certaldo - Verrà inaugurata questo sabato, 16 febbraio, alle 16, la prima mostra della stagione espositiva del centro culturale ex Fornace Pasquinucci di Capraia Fiorentina. Come da tradizione, ad aprire il calendario è l’esposizione delle opere degli autori che si sono maggiormente distinti nella scorsa edizione del Premio Italia per le Arti Visive, manifestazione che si tiene annualmente a Capraia e al Palazzo Pretorio di Certaldo curata dalla rivista fiorentina Eco d’Arte Moderna. Dal 16 febbraio al 2 marzo la Pasquinucci ospiterà le opere di Alessandro Bargellini, Giorgio Barsacchi, Lucia Corbinelli, Simonetta Fontani, Mauro Martin, Umberto Roccia, Jeannette Rütsche, Gabriella Socci e Angela Tagani, raccolte nell’esposizione dal titolo “Le stanza comunicanti – 3”. Varie le tipologie di produzione artistica che si possono trovare all’interno della mostra: non solo pittura, ma anche scultura e grafica moderna. L’esposizione, che gode dei patrocini del Comune di Capraia e Limite e della Provincia di Firenze, sarà visitabile gratuitamente tutti i giorni, martedì escluso, dalle 17 alle 19.30 e la domenica anche in orario 10-12. Parallelamente alla mostra si terranno due appuntamenti culturali con degustazioni finali, anche queste a ingresso libero: sabato 23 febbraio alle 17.30 Gloria Grazzini, assieme al critico Cristiano Mazzanti, presenterà il suo libro “Terapia del colore” con a seguire un aperitivo. Venerdì 29 febbraio, invece, Lorenzo Poggi e Paola Arosio presenteranno alle 21.30 il primo appuntamento annuale con “Manipolatori di simboli”, rassegna di incontri serali sull’arte cadenzati periodicamente nell’arco del 2008. Il tema della serata sarà “Lo spazio del sacro”; al termine dell’incontro, biscotti e the caldo per tutti i partecipanti.

mercoledì 30 gennaio 2008

Carnevale a Certaldo


3 febbraio, Certaldo, Certaldo Alto, (FI) Centro storico: Carnevale dei bambini. in Certaldo Alto dalle ore 15.00 SIETE TUTTI INVITATI GRANDI E PICCINI ! Con la partecipazione delle Compagnia Teatrali: “La Porta al Sole” In collaborazione con le Associazioni di Certaldo nel Mondo. saranno raccolti fondi per il progetto “Certaldo con il Mondo“ per le popolazioni colpite dal maremoto. Informazioni: 0571-663128.

sabato 26 gennaio 2008

Incidenti stradali: quasi dimezzati dal 2003 ad oggi


Certaldo - Il Comandante di PM Luschi: 'Agenti meno dietro le scrivanie e più sulla strada, a sanzionare la sosta pericolosa su incroci e carreggiate'.

Da 125 incidenti stradali nel 2003 a 74 nel 2007, da 85 feriti nel 2003 a 49 feriti nel 2007. Quasi un dimezzamento della pericolosità delle strade nel giro di quattro anni in un territorio in crescita, quello del Comune di Certaldo, dove l'unica strada per lo scorrimento del traffico pesante (la SR 429) attraversa ancora tutto il centro urbano. Il risultato positivo, illustrato da Massimo Luschi, Comandante di Polizia Municipale dal 2002, non arriva però a caso: "È un dato eccezionale che si inserisce in un trend positivo. In questi anni abbiamo snellito il lavoro degli agenti di PM dietro la scrivania per impegnarli di più sulle strade, dove abbiamo lavorato per scoraggiare la sosta selvaggia vicino agli incroci o sulla carreggiata, ed abbiamo presidiato il centro, dove passa la SR 429, negli orari di maggior transito. Questo è stato il cuore degli interventi. Non abbiamo postazioni autovelox fisse, quella mobile nel 2007 è stata usata meno del solito ed il T-red che sanziona chi passa col rosso a tre incroci, che sicuramente aiuta, funziona solo da ottobre. Il risultato positivo dipende quindi, oltre che da un po' di fortuna – la gravità o meno di un sinistro a volte è questione di pochi centimetri –, dall'attività sul territorio capillare, e non solo per le contravvenzioni. Già dal marzo 2002 con il servizio di Vigile di Quartiere (un vigile a rotazione che percorre a piedi il territorio comunale, suddiviso in 11 aree omogenee) abbiamo stabilito un rapporto diretto con il cittadino: una presenza radicata e di servizio, per stimolare quel rispetto delle regole che alla fine è la cosa più utile per tutta la collettività".In aiuto al trend positivo, da ricordare anche la realizzazione di due nuove rotatorie ed un sottovia (viale Fabiani e via del Molino), inaugurati nell'estate del 2006. Si spero adesso che l'installazione dei T-red (ottobre 2007) ed il completamento della strada di penetrazione urbana (fine 2008) contribuiscano a far diminuire ulteriormente gli incidenti.


Fonte: Valdelsa.net

mercoledì 23 gennaio 2008

Giorno della memoria a Certaldo


Certaldo - 25 e 26 gennaio 2008 ore 9.00. Chiesa sconsacrata di S. Tommaso e Prospero, Proiezione del film:Concorrenza sleale di Ettore Scola segue dibattito Info: istituto comprensivo di Certaldo Nati Poltri Ludovica 0571 661223 - istitutocomprensivocertaldo1@virgilio.it.

martedì 22 gennaio 2008

Bilancio 2008: anteprima in 9 incontri con i cittadini


Si parte dalle frazioni: martedì 22 al Circolo Arci di Sciano. Campinoti: 'Prende forma una nuova Certaldo, ecco come'.

È quasi pronta la proposta di Bilancio di previsione 2008 redatta dalla Giunta comunale, che martedì 22 gennaio, alle ore 21.30 al Circolo Arci di Sciano inizierà il suo iter di presentazione sul territorio con ben 9 incontri che toccheranno le frazioni, i circoli, il centro del paese, col preciso intento favorire la partecipazione alla vita politica e amministrativa dei cittadini in preparazione alla presentazione ufficiale ed alla successiva discussione in Consiglio Comunale. "Questo è il penultimo Bilancio di previsione di questa legislatura - spiega il sindaco Andrea Campinoti - e stiamo iniziando a toccare con mano una nuova Certaldo, fatta di più servizi e più opportunità che, una volta realizzate, vanno gestite oculatamente. Dal 2004 ad oggi sono state realizzate importanti opere viarie, come le rotatorie di via del Molino ed il sottovia e rotatoria di Viale Fabiani, il raddoppio ferroviario con Poggibonsi, ed abbiamo inaugurato nuove strutture al servizio dei cittadini, come il Centro Infanzia, il Centro Disabili, la Casa Famiglia, abbiamo restauro Casa Boccaccio e tra poche settimane inaugureremo il Centro Giovani di piazza Macelli, struttura unica nel suo genere in tutto il Circondario. Questo mentre proseguono importanti opere di viabilità - dalla SR429 alla strada di penetrazione urbana - e proseguono i lavori per strutture sede di servizi culturali e sociali: il Cinema Boccaccio, il restauro di Palazzo Pretorio, lo spostamento del Distretto Sanitario in piazza Macelli. Bene, tutto questo, la nuova Certaldo che prende forma, è presente nel Bilancio di Previsione 2008 in termini di costi di gestione dei servizi, finanziamento delle opere, acquisto di arredi, ecc... Auspico quindi una grande partecipazione a questi incontri, perché i cittadini potranno capire cosa comporta questo sforzo e quali sono le possibilità di crescita nel futuro ormai alle porte".Questo il calendario completo degli incontri pubblici: nel mese di gennaio: martedì 22, ore 21,30 - Loc. Sciano, c/o Circolo Arci; lunedì 28, ore 21,30 - ex-cinema Loc. Fiano, p.zza Gasparri; giovedì 31, ore 21,30 - Circolo Tennis, via don Minzoni. In febbraio: lunedì 4, ore 21,30 - Loc. Marcialla, saletta via A. Mori; mercoledì 6, ore 21,30 - Circolo Polisportiva, via Marx; giovedì 7, ore 21,30 - Bar Rossi, via Romana 94; lunedì 11, ore 15,00 - Bocciodromo comunale, Piazza Pertini; sabato 16, ore 16,30 - Saletta di via Due Giugno; venerdì 22, ore 21,30 - Circolo G. Boccaccio, Certaldo Alto.


Fonte: Valdelsa.net

martedì 15 gennaio 2008

Palazzo Pretorio: stemma caduto, in settimana si decide


Il distacco di parte dello stemma mediceo tra sabato e domenica. In settimana una decisione dopo il sopralluogo della Soprintendenza .


Tra la sera di sabato 12 e la mattina di domenica 13 gennaio una parte dello stemma mediceo in pietra, situato sulla facciata di Palazzo Pretorio, è caduta sul loggiato sottostante, causando la rottura di alcune tegole e mezzane.Il personale del Comune di Certaldo è intervenuto immediatamente non appena è stato allertato dal personale della Pro Loco, che gestisce la biglietteria del Palazzo e si è accorto dell'accaduto alle ore 10.30, al momento dell'apertura. L'area sottostante allo stemma è stata poi transennata dai volontari della Prociv.Stamani sono stati presi contatti con la Soprintendenza ai beni architettonici ed è stato fissato un sopralluogo in questa settimana, per valutare il da farsi. L'Amministrazione comunale infatti aveva già in programma per il 2008 l'avvio del restauro totale di Palazzo Pretorio, per il quale sono già stati stanziati parte dei fondi necessari, per cui l'intervento di restauro dello stemma andrà molto probabilmente ad inserirsi nell'ambito di questi lavori.


Fonte: Valdelsa.net

venerdì 11 gennaio 2008

AGRICOLTURA: CERTALDO TRA I PRIMI PAESI TOSCANI NELLA VENDITA DIRETTA


CERTALDO - (AGI) - Firenze, 10 gen. - Con 300 aziende agricole e' Firenze la capitale toscana della vendita diretta. Seguono Siena con 298, Pisa con 101, Lucca 91, Arezzo 73, Massa Carrara 64, Pistoia 52, Livorno 51 e Prato 23. A renderlo noto e' la Coldiretti di Firenze-Prato, che ha pubblicato, su base nazionale, un'apposita guida firmata Campagna Amica e Terranostra "In viaggio per fattorie e cantine", dove sono elencate le aziende presenti in tutta Italia, divise per regione, provincia e comune, con i prodotti commercializzati direttamente. In 207 delle 300 aziende di Firenze sono presenti, oltre ai piu' svariati prodotti alimentari e non, prodotti garantiti da marchio di qualita' (Doc, Docg, Igt, Dop). La piu' alta densita' di vendita diretta in localita' Greve in Chianti con 43 aziende, bacino del Chianti assieme a San Casciano (30), Barberino del Mugello (6), Val d'Elsa (17), Impruneta (7), Capraia e Limite (3), Montespertoli con 22 aziende, Tavernelle (14), Certaldo (10). In periferia di Firenze sono 5 mentre a Empoli 2. 229 producono vino (Chianti Classico, Toscano, Colli Fiorentini, Toscano Sangiovese, Carmignano, Brunello di Montalcino e Rosso di Montepulciano), di cui 189 Chianti (Classico, Riserva e Superiore) e 64 vino da tavola sia bianco che rosso. Una cinquantina frutta e ortaggi, prodotti del sottobosco (more e lamponi) e di stagione, una decina formaggi, ben 18 vendono carne (confezionata e sotto vuoto), 12 il miele, 14 conserve e marmellate, una decina cereali e farina. 90 vendono direttamente olio extra vergine di oliva (5 anche il Dop Chianti Classico). "Si tratta - sottolinea Raffaello Betti, Direttore Provinciale Coldiretti - di una risposta alla necessita' di combattere i rincari e di offrire a chiunque la possibilita' di risparmiare scegliendo la strada della vendita diretta. Una risposta che la nostra organizzazione vuole dare al consumatore sfruttando la filiera corta, ed in questo caso e' cortissima e che assieme ai farmer's market, i mercatini esclusivi degli agricoltori, sono alla base della nostra mission". (AGI)

giovedì 10 gennaio 2008

Casa Boccaccio: lettura del Decameron e apertura notturna



CERTALDO (FI) – Le novelle del Decameron lette nella Casa del loro autore, Boccaccio. È quanto propone venerdì 11 gennaio, alle ore 21.30 il Laboratorio Teatrale L’Oranona, all’interno delle celebrazioni per la riapertura della Casa del Boccaccio. Al termine dello spettacolo, una lettura accompagnata da musica delle novella di Madonna Beritola (Decameron, II 6), sarà possibile visitare la Casa del Boccaccio e salire sulla torre, per ammirare lo splendido panorama notturno. L’ingresso sarà gratuito.La novella di Madonna Beritola, la sesta della seconda giornata, narra la storia avventurosa di una donna, che ha perso tutti i suoi averi ed i suoi figli. Dopo una serie di perigliose vicende, ritroverà i figli e riuscirà a farli sposare con delle donne di rango, riacquistando così il suo status. La voce narrante è di Cristiana Guerrieri, accompagnata dalla chitarra classica di Tommaso Nobilio. La regia è di Carlo Romiti. L’iniziativa si inserisce nei festeggiamenti per la riapertura dopo i restauri di Casa Boccaccio e per i 50 anni dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio, festeggiamenti che prevedono anche l’ingresso Casa gratuito fino alla fine di febbraio 2008. All’interno della Casa, sarà possibile visitare anche le due mostre documentarie “Storia e cultura dell’Ente Boccaccio – 1957 / 2007” e “Boccaccio Geografo”, sarà possibile visitare la biblioteca, vedere alcune rare edizioni a stampa del Decameron, salire sulla torre appena restaurata (punto panoramico più alto di tutta Certaldo) ed ammirare il panorama notturno sulla Valdelsa.